Campagna è un comune di 16.183 abitanti della provincia di Salerno in Campania.

Situata nel comprensorio Zona Sele, in una valle dei Monti Picentini, ad un’altitudine di 270 metri s.l.m., è stata per secoli il principale centro economico, amministrativo e religioso della piana del Sele.

Il territorio comunale, di 135,41 km², è un penepiano dei Monti Picentini composto da tre aree:

Comprensorio montano: completamente montuoso e ricadente nel Parco regionale Monti Picentini, comprende il Centro Storico, posto a 280 m s.l.m., in una conca alla confluenza della valle del Tenza con quella del fiume Atri, fra il monte Ripalta (1.014 m s.l.m.) e il Monte Calvo (1.333 m s.l.m.), in una vallata utilizzata in parte per colture orticole, e nella valle del Tenza è anche presente il piccolo abitato di Avigliano (552 m s.l.m.). Un’altra valle è quella del Trigento, completamente boschiva e priva di insediamenti. La restante parte montuosa, culminante col Monte Polveracchio (1.790 m s.l.m.), è coperta da boschi cedui, da castagni e faggi. Altre cime montuose sono il Monte Nero (1.142 m s.l.m.), il Monte Raione (1.014 m s.l.m.), il Monte Costa Calda (1.166 m s.l.m.), il Monte Molaro (1.210 m s.l.m.) e il Monte San Salvatore (1.073 m s.l.m.). Del comprensorio montuoso fa anche parte un tratto del fiume Tusciano.

Zone Alte: area collinare popolata dai centri abitati di Serradarce (318 m s.l.m.), Puglietta (363 m s.l.m.), Romandola-Madonna del Ponte (188 m s.l.m.), Camaldoli (375 m s.l.m.), Oppidi-Varano (250 m s.l.m.), Folcata (355 m s.l.m.), San Zaccaria e Vallegrini. Ricca di uliveti (produzione olio DOP Colline Salernitane), è attraversata dal Trigento e dall’Acerra e delimitata a sud dal fiume Sele la cui sponda fa parte della Riserva naturale Foce Sele – Tanagro e a nord dai Picentini;

Zone Basse: è un’area parzialmente pianeggiante, di origine alluvionale formata dai fiumi Sele e Tenza, delimitata a ovest dal torrente Barbieri a nord dal Monte Ripalta a est dal Tenza e a Sud dal Sele. Comprendente gli abitati di Quadrivio (191 m s.l.m.), Galdo (146 m s.l.m.), Mattinelle (109 m s.l.m.), Santa Maria La Nova (243 m s.l.m.), Pezzarotonda, Ponte Barbieri, San Vito, Rufigliano e San Paolo, è caratterizzate da una crescente densità abitativa, da culture irrigue a carattere intensivo, allevamenti bovini e insediamenti di piccola industria.